Covid: Fiano, dopo Lega contro governo, serve chiarimento

  • 01/09/2021

“Il voto contrario al GreenPass della Lega oggi in commissione alla Camera, nella giornata in cui il movimento NoVax aveva annunciato blocchi ferroviari, poi falliti miseramente, ma dopo giorni di violenze e minacce contro giornalisti, medici e politici, partoriti proprio in seno a quel movimento contrario al GreenPass, mostra il preciso disegno politico della Lega Di Salvini di porsi fuori dalle decisioni del Consiglio dei Ministri dove ha approvato esattamente questo decreto, quando può essere più lucroso politicamente fare da sponda populista del facile consenso di piazza.

Covid: P. De Luca, dalla Lega incoerenza intollerabile. Così indebolisce governo

  • 01/09/2021

“Con il voto in commissione, annunciato e sostenuto a nome del suo partito, dal Deputato leghista Claudio Borghi per la soppressione del Green Pass, si conferma la solita incoerenza e ambiguità della Lega sui vaccini e sulle misure di contrasto al Covid. Votare a favore con i propri ministri in Cdm e opporsi alla Camera è l’atteggiamento intollerabile di chi vuole tenere i piedi in due staffe e così facendo indebolisce il governo Draghi in una delle sue iniziative prioritarie per la tutela della salute e il supporto alla ripresa economica.

Covid: Lattanzio, solidarietà a cronista aggredito. Ora tutele per precari e fondi alla stampa

  • 01/09/2021

“La situazione è più grave di quanto pensassimo: se si arriva a malmenare i cronisti e le croniste mentre stanno facendo il proprio lavoro è segno evidente che diversi argini siano saltati. Ma mai come in questi casi la solidarietà è necessaria ma non sufficiente. Ancora una volta, come già fatto negli scorsi mesi, mi preme richiamare l’attenzione del sottosegretario all'editoria Giuseppe Moles perché riferisca con urgenza su quanto avvenuto e sulla volontà del governo di affrontare il nodo dell’informazione.

Covid: Pd, violenza intollerabile, monitoraggio Viminale primo passo

  • 30/08/2021

"La decisione del Viminale di riunire nei prossimi giorni il Centro di Coordinamento per le attività di monitoraggio, analisi e scambio di informazioni sul fenomeno degli atti intimidatori nei confronti dei giornalisti va nella direzione giusta ed è un primo, significativo passo di fronte a una intollerabile escalation di violenza e intimidazione ai danni di chi fa informazione.

Covid: Di Giorgi, solidarietà a cronista aggredito, ministero vigili

  • 30/08/2021

"Massima solidarietà al cronista di Repubblica, Francesco Giovannetti, aggredito mentre stava semplicemente facendo il suo lavoro di videogionalista, da un facinoroso. Conosco Francesco personalmente e so quanta correttezza metta nella sua professione. Si tratta di un fatto doppiamente esecrabile, e molto preoccupante perché arriva dopo altri episodi, come le minacce di morte all'emittente Controradio/popolare Network, e le recenti aggressioni ai gazebo del movimento 5 Stelle.

Covid: Lorenzin, solidarietà a giornalisti per minacce No Vax /No Pass

  • 30/08/2021

“Piena solidarietà ai giornalisti che stanno subendo azioni minacciose e intimidatorie dai No Vax /No Pass in questi giorni. È inaccettabile che si limiti la libertà di stampa ed è un'assurdità che questa avvenga su un tema come quello della salute di tutti”.

Così Beatrice Lorenzin, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

Covid: Fiano, solidarietà a giornalista aggredito

  • 30/08/2021

“Di nuovo a poche ore di distanza un’altra aggressione ad un giornalista, reo di fare cronaca come in ogni democrazia è obbligo fare. Le piazze e i cortei dei NoVax e dei NoPass sono frequentate da squadristi e picchiatori fascisti già noti alle forze dell’ordine, un’infiltrazione cosciente e premeditata, pericolosa e inaccettabile. C’è un oggettivo problema di democrazia e di ordine pubblico che certamente non appartiene alla maggioranza di questi manifestanti, ma che è preoccupante. Siamo certi che le autorità preposte prenderanno provvedimenti adeguati.

Covid: Cappellani, Razza forza dimissioni ospedaliere, Speranza intervenga

  • 26/08/2021

“L’assessore regionale siciliano alla Salute Ruggero Razza perde il pelo ma non il vizio di spalmare. Molti medici siciliani, in queste ore, si stanno ribellando al delirante provvedimento di Razza che per sfuggire alla zona gialla obbliga i medici alla dimissione ospedaliera e al ricovero domiciliare per quei malati di Covid con il 92% di ossigenazione, il che vuol dire ancora infetti e in piena insufficienza respiratoria. Razza insomma vuole ‘spalmare’ i malati a casa loro.

Pagine