22/10/2019 - 18:58

“Nella discussione parlamentare sulla legge di Bilancio è imperativo che la maggioranza recuperi le risorse necessarie per portare a compimento per i comparti Sicurezza, Soccorso pubblico e Difesa, sia il rinnovo del contratto triennale, che il pagamento degli straordinari in eccedenza che la nuova fase del riordino delle carriere. Personalmente e con molti colleghi ci impegneremo per questo. Su ognuna di queste poste di bilancio la Lega ha promesso molto ma poi non ha realizzato niente. Tocca a noi dimostrare che la sicurezza dei cittadini non si difende a parole e tweet, ma al governo e in Parlamento. Lo dimostreremo”.

Lo scrive in un post su Facebook il deputato democratico Emanuele Fiano, della presidenza del Gruppo.

22/10/2019 - 18:43

"Il tema #ILVA è semplice. Produrre acciaio nel rispetto di salute e ambiente non solo è possibile ma doveroso. La domanda vera - però - è se l’Italia manifatturiera può restare senza una produzione nazionale congrua ai suoi bisogni. E la risposta è no. Da qui si parte".

Lo scrive su twitter il deputato Gianluca Benamati, vice presidente Commissione Attività Produttive di Montecitorio.

22/10/2019 - 17:41

“Durante la discussione in Aula alla Camera sulla cosiddetta Legge Salvamare, il cui scopo principale è quello di promuovere il risanamento dell’ecosistema marino grazie all’aiuto dei pescatori, è stato approvato un mio emendamento che estende l’opportunità di contribuire a un ambiente più pulito, salubre e bello, anche ai possessori di imbarcazioni che non esercitano un’attività professionale. L’emendamento, infatti, prevede per i comuni la possibilità di realizzare un sistema incentivante per il recupero e il conferimento a terra dei rifiuti di plastica accidentalmente pescati o volontariamente raccolti da semplici cittadini in navigazione. Un provvedimento che ben si inserisce nel contesto delle campagne di pulizia volontaria e di sensibilizzazione ed educazione ambientale che la legge intende sviluppare”.

Così il deputato dem. Carmelo Miceli.

22/10/2019 - 16:17

"Chiediamo al ministro delle Finanze Gualtieri di accelerare i tempi per l’emanazione del decreto attuativo previsto dalla legge 4 del 2018, quella contenente disposizioni in favore degli orfani vittime di crimini domestici e quali iniziative urgenti intenda adottare il governo affinché vengano erogati i fondi per tali orfani. Sono passati 22 mesi dalla data di pubblicazione della legge in Gazzetta Ufficiale ma ad oggi tale decreto interministeriale non è stato ancora emanato. Ancora non sono stati stabiliti i criteri e le modalità per l'utilizzazione delle risorse, che sono ferme e sostanzialmente inutilizzate. Nel frattempo apprendiamo dall'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza che sarebbero circa 2 mila i minori, spesso affidati ai familiari più vicini, che non possono beneficiare dei benefici e delle risorse previste, a causa della mancata approvazione del suddetto decreto. Attendiamo dunque una risposta urgente dal governo e dal ministro Gualtieri, certi della sua sensibilità sul tema".

Lo dichiara la deputata Pd, Susanna Cenni, in una interrogazione a sua prima firma, e dei colleghi Pd Pezzopane, Sensi, Serracchiani, Di Giorgi, Pini, Romano, Schirò, Siani, Carnevali, Gribaudo, Bonomo, Ciampi.

22/10/2019 - 15:52

"Siamo contenti che, grazie anche al chiarimento avvenuto stanotte, con questa manovra si mette la parola fine sull'aumento dell'Iva dal 1 gennaio 2020. Diamo in questo modo la certezza ai commercianti e alle famiglie italiane che non ci sarà nessun aumento dell'Iva. Una manovra che ha visto impegnare i due terzi dei soldi a disposizione per scongiurare un aumento di Iva che avrebbe caricato gli italiani di un onere non indifferente. Confermati i 3 miliardi di euro sulla riduzione del cuneo fiscale e quindi soldi in busta paga di lavoratori e lavoratrici. Questa è sicuramente la più importante discontinuità rispetto al passato, insieme al sostegno alle famiglie e alla natalità. Infine, seppur rinviato a luglio 2020, finalmente viene semplificato l'uso della moneta elettronica, dando la possibilità di recupero fiscale e abbassando le commissioni bancarie per gli esercenti".

Lo dichiara Gian Mario Fragomeli, deputato Pd della commissione Finanze di Montecitorio.

22/10/2019 - 15:51

“Il Parlamento e i cittadini italiani devono sapere con chiarezza quanto è successo in merito ai presunti finanziamenti esteri alla Lega. Per questo presenteremo immediatamente un’interrogazione al Presidente del Consiglio affinché si utilizzino tutti gli strumenti necessari per fare piena luce su una vicenda che, ogni giorno che passa, assume contorni sempre più inquietanti. La puntata di Report andata in onda ieri sera ha messo in evidenza nuovi legami tra la Lega di Salvini e una galassia di intermediari che definire oscura è poco. Derubricare Savoini a uno che passava di lì per caso, o si intrufolava negli incontri ufficiali all’insaputa dell’ex Vicepremier e ministro dell’Interno, con tutta evidenza non è una giustificazione accettabile. Pretendiamo la verità su quanto è successo. Ne va della sicurezza dell’Italia e della stessa Unione europea”.

Lo dichiara il deputato democratico Emanuele Fiano, della presidenza del Gruppo.

22/10/2019 - 15:50

“L’atto di sabotaggio compiuto nei confronti di due cantine di San Severo e Torremaggiore è gravissimo. L’apertura dolosa dei bocchettoni dei silos ha provocato la fuoriuscita di diverse decine di migliaia di ettolitri di vino, con un danno di oltre 1 milione e mezzo di euro. Un altro colpo pesante per l’agricoltura in provincia di Foggia, in un momento già molto difficile. Quanto accaduto dimostra ancora una volta l’assoluta necessità che lo Stato faccia di più per garantire la sicurezza nelle campagne e un maggiore sostegno alle attività agricole. Ho chiesto alla ministra Teresa Bellanova, che ha dato la sua disponibilità, di venire quanto prima a San Severo per assicurare la vicinanza e il sostegno del governo al territorio e alle imprese colpite”.

Così Michele Bordo, vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera.

22/10/2019 - 15:05

“Gli investimenti in infrastrutture sono un asse fondamentale dello sviluppo sostenibile del Paese, come ribadito oggi dal Ministro De Micheli in audizione alla Camera. Centralità delle opere di manutenzione ordinaria e straordinaria e sviluppo delle infrastrutture, a partire dai Contratti di programma in essere, per ridurre il divario tra nord e sud e per sostenere la competitività delle aree del Paese più dinamiche dal punto di vista produttivo. La discontinuità impressa dal Ministro De Micheli nella guida del dicastero passa da impegni concreti già assunti: finalmente torna al centro dell’azione governativa una vera politica della casa, con il Piano Rinascita Urbana di 1 miliardo, per dare risposta a un bisogno primario per i cittadini e per accompagnare la transizione degli investimenti privati in un settore fondamentale come quello delle costruzioni, verso azioni integrate di rigenerazione urbana e riduzione del consumo di suolo. Importante anche l’impegno a rafforzare le misure del Codice di contratti per garantire la sicurezza dei lavoratori e contrastare le infiltrazioni della criminalità nel settore degli appalti pubblici: snellimento delle procedure, investimento in digitalizzazione delle costruzioni e superamento dell’abuso degli strumenti dei Commissari straordinari sono punti importanti per dare più stabilità e migliorare l’efficacia del quadro normativo in materia di contratti pubblici. Per il Pd la crescita del Paese passa da un investimento strutturale in infrastrutture utili e sostenibili, obiettivi centrali delle linee programmatiche del Ministro De Micheli”.

Lo dichiara Chiara Braga, capogruppo Pd in commissione Ambiente di Montecitorio, a margine dell’audizione del Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli.

22/10/2019 - 13:33

"L'indagine conoscitiva sui sistemi tributari delle Regioni e degli Enti territoriali avviata oggi in Commissione Finanze con l'audizione del professor Aracri, dimostra sin dal suo inizio che c'è una chiara sperequazione nei trasferimenti statali a favore dei Comuni del Lazio”.

Lo dichiara Claudio Mancini, Deputato del Partito Democratico e membro delle Commissioni Finanze e Bilancio alla Camera.

“Sessantadue euro in meno ad abitante in media per i cittadini del Lazio – prosegue Mancini  - che è la Regione con il più alto gap tra trasferimenti reali e fabbisogni standard.

Il dato del Lazio è così alto per i minori trasferimenti alla Capitale e ai Comuni tra i 5.000 e i 60.000 abitanti, in particolare quelli dell'area metropolitana romana la cui popolazione è cresciuta molto più dei finanziamenti statali.

Auspico – conclude Mancini - che la prossima manovra di bilancio sappia aiutare il riequilibrio dei trasferimenti già in corso, attraverso il fondo perequativo".

22/10/2019 - 12:44

"Bene che il governo abbia confermato il regime forfettario a 65mila euro. Un cambiamento in quella fascia avrebbe creato grossi problemi a centinaia di migliaia di professionisti. Sono felice che le richieste della categoria siano state accolte e che nel governo sia passato un principio semplice: le regole in corsa non si cambiano per nessuno, né per Quota 100, né per le partite Iva".

Lo dichiara la vice capogruppo del Pd alla Camera, Chiara Gribaudo.

"La mozione che la maggioranza presenterà oggi alla Camera - aggiunge la deputata dem - chiederà all'esecutivo un impegno chiaro su tanti temi prioritari per il mondo delle professioni, dall'equo compenso allo welfare alla semplificazione, che in manovra dovranno trovare il giusto spazio per riprendere a dare risposte al mondo del lavoro che cambia, come abbiamo fatto nella scorsa legislatura".

22/10/2019 - 12:43

“La prossima manovra finanziaria del governo raccoglie molte delle proposte e dei suggerimenti giungi dal Partito democratico. Oltre allo stanziamento di 23 miliardi per scongiurare l’aumento dell’Iva, che avrebbe penalizzato le famiglie italiane e messo in ginocchio la nostra economia in una fase già difficile, e ai 3 miliardi di tasse in meno nelle buste paga dei lavoratori dipendenti, viene reintegrato il fondo per i comuni. Parliamo di nuove risorse per le articolazioni dello Stato nei territori più vicine ai cittadini che permetteranno di migliorare l’offerta e la qualità dei loro servizi. Si tratta di una nuova e forte attenzione nei confronti degli enti locali, che potranno anche avvalersi di un fondo pluriennale da 50 miliardi per finanziare progetti di rigenerazione urbana, riconversione energetica e incentivo all’utilizzo di fonti rinnovabili”.

Così Enrico Borghi, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

22/10/2019 - 12:05

“Siamo molto contenti che il governo su proposta del presidente del Consiglio Conte e il ministro dell’Economia Gualtieri abbia approvato il decreto legge che proroga fino al 31 dicembre 2020 lo stato d'emergenza per i territori di Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo colpiti dal sisma nel 2016“. Lo dichiara la deputata Pd, Debora Serracchiani.

“È un segnale importante da parte del governo che con il dl sisma va ad accogliere le molteplici richieste da parte delle popolazioni colpite e autorità locali che già hanno fatto sforzi e sacrifici enormi per riprendersi e ancora hanno bisogno del nostro aiuto e sostegno. Per questo ci adopereremo in Parlamento per migliorare il decreto del governo che già porta misure migliorative molto importanti”, aggiunge Serracchiani.

“La riduzione del 60% degli importi da restituire in relazione alla c.d. "busta paga pesante", ovvero il taglio degli oneri fiscali, previdenziali e assistenziali che erano stati sospesi dall'agosto del 2016 a tutto il 2017 e che non dovranno piu' essere restituiti in misura integrale ma limitata al 40%; tutte le misure per agevolare l'approvazione dei progetti per la ricostruzione; la priorità alla costruzione di scuole pubbliche sono alcuni fra i punti più importanti del decreto, che si avvicina alle esigenze delle popolazioni colpite”, conclude Serracchiani.

22/10/2019 - 12:02

"Restituzione del solo 40 per cento della busta paga pesante, norma per l’anticipazione ai professionisti del 50 per cento dei compensi; semplificazione e accelerazione delle pratiche per la ricostruzione privata e pubblica; incentivi per l’imprenditoria under 46 e incentivi a fondo perduto per le attività agricole nei comuni del cratere, con l’estensione della misura Resto al Sud. Sono queste alcune delle misure più importanti del dl sisma approvato dal governo per il terremoto che ha colpito Umbria, Lazio e Marche. Il decreto terremoto va a sbloccare i lavori e incentiverà le imprese, ma parallelamente procederemo affinché tutto il cratere del terremoto diventi ‘zona economicamente speciale’ così chi vorrà investire in queste terre lo potrà fare in maniera più conveniente e si tenterà di bloccare lo spopolamento". Lo dichiara il parlamentare umbro del Pd, Walter Verini. "Il governo è stato di parola - aggiunge Verini - emanando un decreto che le popolazioni terremotate chiedevano e aspettavano da tempo. Voglio ringraziare anche il candidato alla presidenza della Regione Umbria Vincenzo Bianconi che più di tutti si è battuto e si batte affinché Norcia e la Val Nerina rinascano e perché impegnato in prima linea per il cambiamento dell'Umbria. Ora tutti al lavoro perché i contenuti del decreto trovino immediata applicazione", conclude Verini.

22/10/2019 - 11:41

“L’approvazione del decreto per il terremoto del 2016-2017 che ha coinvolto le Regioni Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, è una notizia molto importante. Nel decreto ci sono norme molto attese dai cittadini, dalle imprese e dagli enti locali delle zone colpite dal sisma. Mi riferisco, ad esempio, al taglio del 60% della cosiddetta ‘busta paga pesante’, cioè di tutte le ritenute fiscali, i contributi previdenziali e assistenziali e i premi per l’assicurazione obbligatoria che i cittadini colpiti dal sisma dovevano restituire allo Stato. In particolare, abbiamo previsto oltre alla cancellazione del 60%, che il restante 40% possa essere rateizzato in 10 anni con 120 rate. Ora maggioranza e opposizione, attraverso il dibattito parlamentare, potranno apportare ulteriori miglioramenti. A chi affermava ‘il Pd è il partito delle tasse’ rispondiamo con questo decreto con il quale dimostriamo non solo di non essere il partito delle tasse, ma anzi che noi le tasse le riduciamo del 60% ai cittadini che ne hanno più bisogno, come sono coloro che hanno subito il terremoto”.

Così Alessia Morani, sottosegretaria allo Sviluppo economico.

“Novità importanti - aggiunge Alessia Morani - ci sono anche per le imprese con l’estensione della misura ‘Resto al Sud’, che prevede contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per tutti coloro che intendono intraprendere un’attività e che hanno meno di 46 anni e per le imprese agricole. Mentre per snellire e accelerare l’iter della ricostruzione abbiamo dato un ruolo centrale ai professionisti con l’autocertificazione e l’erogazione diretta e immediata del 50% dei loro compensi. Prevista anche la proroga dei mutui contratti dagli enti locali per gli immobili che devono utilizzare a causa del danneggiamento delle loro strutture. Si tratta di un primo pacchetto di risposte che vanno nella direzione giusta”.

22/10/2019 - 11:10

“Sono molto soddisfatta di questa prima risposta giunta dal governo dopo il nostro appello al presidente del Consiglio per un decreto in materia di terremoto. Ed è anche positivo che lo stesso Conte affidi ora al Parlamento la possibilità di migliorare quanto approvato dal governo. Sarò protagonista in Parlamento dell’azione per un ulteriore miglioramento. Mi riferisco, in particolare, all’estensione del titolo agli eventi sismici che permetterà interventi aggiuntivi in fase di conversione del testo. Adesso occorre inserire in un decreto organico quanto necessario a risolvere la situazione in cui versa L’Aquila e il cratere 2009. Oggi salutiamo l’iniziativa dell’esecutivo come una grande vittoria, perché inserisce norme su questioni inascoltate dal precedente governo come, ad esempio, l’abbattimento delle tasse: per sei volte avevo presentato la proposta e per sei volte era stata purtroppo bocciata dal governo gialloverde. La Lega e i suoi alleati del centrodestra farebbero bene a tacere”.

Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

“Oltre l’abbattimento delle tasse e la proroga del commissariamento e della fase di emergenza al 31 dicembre 2020 - aggiunge la deputata dem - il decreto contiene contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per attività imprenditoriali under 46 e per le imprese agricole nei comuni del cratere; l’accelerazione delle pratiche per la ricostruzione privata e pubblica attraverso autocertificazione; le anticipazioni del 50% dei compensi dei professionisti; la proroga dei mutui degli enti locali. C’è molto di che essere soddisfatti. Ora andiamo avanti per dare tutte le risposte che le cittadine e i cittadini si attendono”.

Pagine