14/11/2017 - 12:07

Far Web è il saggio pop che indaga da vicino il fenomeno dell’inquinamento della Rete in tutte le sue manifestazioni, per spiegarci di cosa parliamo quando parliamo di odio e social media.

L’ultimo libro di Matteo Grandi verrà presentato oggi, martedì 14 novembre, alle ore 13.00 alla Sala Conferenze Stampa della Camera dei Deputati.

“Spesso Internet diventa il luogo in cui scaricare rabbia e frustrazione pensando di rimanere impuniti – dice l’On. Anna Ascani, Responsabile del Dipartimento Cultura PD e promotrice dell’evento – ma Internet può essere anche un luogo di formazione, educazione e sensibilizzazione. Un giano bifronte, insomma: da un lato zona franca dove poter attaccare ferocemente, dall’altro potentissimo mezzo per creare opinione e accendere la luce su un tema. Penso ad esempio alle tantissime donne che stanno denunciando anni di molestie ed abusi, che senza i social media probabilmente non avrebbero avuto questa attenzione, e alle quali da donna e da rappresentante delle Istituzioni, va tutta la mia solidarietà”.

14/11/2017 - 11:08

“I dati sul Pil ci consegnano la fotografia di un Paese in ripresa. La crescita, superiore ad ogni aspettativa, riguarda non solo l’ultimo trimestre ma anche il dato tendenziale annuo, più positivo di quanto ogni previsione potesse lasciare sperare, che segna il suo massimo dal 2011”.

- lo dichiara Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico, commentando i dati diffusi dall’istituto di statistica –

“È una crescità che sta portando il Paese fuori dalla crisi, non solo con una forte accelerazione del Pil, ma – sottolinea la deputata Dem - con l’aumento dell’occupazione, dei conti pubblici, dei consumi e del potere d’acquisto delle famiglie. Ora è il momento di consolidare questa tendenza e di convogliare tutti gli sforzi per sciogliere i nodi ancora in campo”.
“Il Pil da solo non porta la felicità, ma è evidente che è stato messo in moto un circolo virtuoso grazie al percorso riformatore del governo Renzi prima e di Gentiloni ora. C’è ancora tanto da fare per l’Italia, per dare sicurezza alle famiglie e certezze ai più giovani – conclude Di Salvo - il nostro impegno per risollevare l’economia e per garantire lavoro, cultura e diritti è in campo”

14/11/2017 - 10:44

“Il Pil cresce e lo fa con una accelerazione superiore alle attese, dandoci la misura di una ripresa continua e costante”.

- lo dichiara Silvia Fregolent, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico, commentando i dati diffusi dall’Istat –

“I dati dell’Istituto di statistica ci consegnano un quadro positivo, non solo rispetto agli anni precedenti, ma – sottolinea la deputata dem - anche relativamente alla crescita di Paesi come Francia o Gran Bretagna. Il dato tendenziale annuo si attesta come il più alto degli ultimi sei anni. La crisi che ha segnato la vita delle famiglie e delle imprese sta lasciando il passo alla ripresa, grazie all’impegno profuso in questi anni dal governo Renzi prima e da Gentiloni ora”.

“Se è vero che il Pil è solo un dato economico che non ci consegna la felicità, ci permetterà, però, di proseguire nel percorso delle riforme che – conclude Fregolent - potranno dare respiro e sostegno a chi in questi anni ha pagato sulla propria pelle una crisi globale. L’impegno del governo e del Partito Democratico perché nessuno più resti indietro è già in campo”.
 

14/11/2017 - 10:38

“Soddisfazione per il lavoro fatto, un forte incoraggiamento per quello che c’è da fare in futuro. Questo ci dicono i dati dell’Istat sulla crescita più forte da 6 anni. Guardiamo avanti con spirito unitario e senza pregiudizi perché per proseguire su questa strada il Paese non può affidarsi ad avventurieri inadeguati alla complessità delle cose da fare, ma ha bisogno della serietà e dell'impegno di chi ha dimostrato di saper portare l'Italia fuori dalla crisi”.

Lo dichiara il deputato dem Marco Di Maio, della presidenza del gruppo Pd della Camera.

13/11/2017 - 19:49

“Dispiace che su questi temi non ci sia l’unanimità del Parlamento”, sostiene David Ermini, deputato del Pd, commentando la decisione di alcune forza politiche di non sostenere la legge sul whistleblowing che prevede “la tutela di chi, non in forma anonima, ha il coraggio di segnalare casi di illecito. L’interesse tutelato è quello della integrità della amministrazione pubblica e del mondo dell’imprenditoria privata. Non ci sono premi in denaro per chi segnala ma solo tutela a non essere sottoesposto a ritorsioni o discriminazioni per aver fatto il proprio dovere. Qualora qualcuno segnalasse episodi o fatti falsi incorre nei reati di calunnia o diffamazione e non avrebbe diritto ad alcuna tutela”, conclude Ermini.

13/11/2017 - 13:04

“Con il Premier Paolo Gentiloni, lunedì 20 novembre, sarò a Volpedo per discutere delle finalità della legge a mia prima firma sui Piccoli Comuni. Per guardare l’Italia con  nuovi occhi, partendo dalle comunità e dai territori.

La legge 158/2017 ci  offre nuovi strumenti per  valorizzare le potenzialità del nostro Paese e fare  della bellezza, dell’innovazione e della creatività radicata nei nostri borghi la chiave del futuro.

Volpedo (Al) sarà, per un giorno, la capitale dei Piccoli Comuni grazie all’iniziativa promossa dal Sindaco e che si terrà nella sede della Società di Mutuo Soccorso voluta e fondata da Giuseppe Pellizza, l’autore del “quarto Stato”.

La legge è frutto di un impegno corale del Parlamento.  Un testo a lungo atteso, nato a partire da una mia proposta di legge cui, durante l’esame a Montecitorio, si è collegata quella analoga della collega Terzoni e di cui  a Montecitorio sono  stati relatori i colleghi Borghi, Iannuzzi e Misiani e, a Palazzo Madama, il senatore Vaccari. 

Si tratta ora di rendere operative le molte misure previste dalla normativa attraverso un confronto con il Governo, le Regioni, i vari e soggetti ed enti competenti. A cominciare dalla difesa dei servizi essenziali per le comunità e dagli investimenti nelle nuove tecnologie.

I nostri Piccoli Comuni non sono  un peso per il nostro Paese, ma una straordinaria opportunità  per un’Italia più attenta alla coesione e  allo sviluppo sostenibile,  per un’economia più a misura d’uomo”.

Lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, annunciando la sua partecipazione all’iniziativa sui Piccoli Comuni promossa dal Sindaco di Volpedo, Caldone, per il 20 novembre, alle ore 15, e alla quale interverranno il Presidente del Consiglio Gentiloni e il Presidente dell’Anci Decaro. Saranno inoltre presenti molti Sindaci di Piccoli Comuni.

13/11/2017 - 10:27

“Venerdì scorso Leonardo, la più importante azienda italiana ad alta tecnologia nei settori dell'Aerospazio, Difesa e Sicurezza, ha perso in Borsa oltre 1/5  del suo valore.
Ciò potrebbe comportare un costo rilevante per lo Stato. Quello che conta di più, tuttavia, è l'elevato grado di incertezza che grava su uno dei pochissimi gruppi industriali globali del nostro Paese. L'Italia, dopo aver subito colpi pesanti nel settore chimico e farmaceutico, non può permettersi di indebolire il suo patrimonio aerospaziale.
Colpisce la sottovalutazione della politica. Leonardo e le decine di migliaia di operai, tecnici, ricercatori, ingegneri che vi lavorano, vanno difesi come le pupille dei nostri occhi.
Colpisce che anche nel centrosinistra il confronto sulla politica industriale abbia scarso diritto di cittadinanza. Bassi salari, bassi investimenti, bassa tecnologia, bassa crescita: questa è la nostra storia degli ultimi 15 anni. Serve una svolta.
Esasperati personalismi e tafazziani conformismi sono le malattie infantili del centrosinistra italiano. Così la finanza comanda, i tecnici eseguono e i politici rilasciano interviste a giornali e TV.
Con il voto in Sicilia la campana è suonata per tutti. Senza un colpo di reni all'insegna della coesione di tutto il centrosinistra, pur nei limiti consentiti dalla legge elettorale, l'alternativa al centrodestra sarà rappresentata dal Movimento 5 Stelle. Chi non vede questo pericolo è politicamente incapace o, peggio, in malafede.
Mi auguro che oggi la Direzione Nazionale del Pd dia prova di unità, realismo e consapevolezza, discutendo i problemi che preoccupano gli italiani e indichi a tutto il centrosinistra l'unica rotta possibile, superando le contorsioni di questi giorni: il gioco di squadra. Ci sarà bisogno di tutti per contrastare le disuguaglianze e vincere le prossime sfide.
Non esiste problema politico, che non abbia una soluzione politica”.

Lo dice Daniele Marantelli componente della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

11/11/2017 - 16:22

 "Il Sindaco di Roma, Virginia Raggi, porta la responsabilità di aver compromesso con la sua condotta pasticciona e irresponsabilmente priva di ogni senso delle istituzioni la manifestazione di oggi ad Ostia contro la criminalità.Infatti, tale manifestazione poteva essere una grande occasione per dare una risposta pronta e larga a quanto accaduto e per dare fiducia ai cittadini di Ostia. Invece, inizialmente la Raggi ha promosso la manifestazione come un evento del suo partito, il M5S. Poi, evidentemente consigliata, l’ha trasformata in una iniziativa istituzionale. Nel farlo ha pensato bene di far inviare dal Dipartimento al Personale di Roma Capitale un “invito” alla partecipazione a tutti i dipendenti del Municipio X.”. Così il deputato del Partito Democratico, Roberto Morassut, in una nota.
“La Raggi - continua Morassut - Ha scambiato ancora una volta  il Comune per un partito. Che modo di fare è mai questo? Un ennesimo pasticcio che svela un modo di concepire la politica che può produrre solo ulteriori danni. Un’occasione di mobilitazione democratica importante e che doveva svolgersi in forme istituzionali e corrette è stata compromessa da strumentalizzazioni elettorali, pasticci formali e protervia partitica. Questo è il risultato di avere una classe dirigente che non ha mai amministrato nulla e scambia il governo con il potere".

10/11/2017 - 20:00

“Sono molti i fatti recenti che dimostrano come ci sia bisogno del provvedimento contro l’apologia di fascismo, di cui Emanuele Fiano è firmatario, che stiamo portando avanti in Parlamento. La reazione inaccettabile di Forza Nuova alla semplice presenza di Emanuele Fiano a Sant’Angelo Lodigiano, ne è un’ulteriore prova”. Lo dichiara Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera, per commentare l’azione di disturbo organizzata da Forza Nuova a Sant’Angelo Lodigiano, per protestare contro il deputato del Partito democratico Emanuele Fiano.

“Conosciamo bene Emanuele e sappiamo che non si fa intimidire da nessuno, in nessun modo.  A lui va tutta la nostra solidarietà. Ci auguriamo che Tutta la proposta sull’apologia di fascismo approvata alla Camera, diventi legge al più presto”, conclude.

10/11/2017 - 19:58

“Una triste notizia che mai avremmo voluto apprendere”. Lo dichiara Federico Gelli, deputato e responsabile Sanità del Partito democratico, per commentare l’episodio del bambino di un anno morto questa mattina all'ospedale Papa Giovanni  XXIII di Bergamo per meningite.

“Ancora una vittima di una malattia – continua  - che fino a qualche anno fa era stata considerata sotto controllo. E' incredibile che ancora oggi ci troviamo costretti a commentare notizie di questo tipo”.

“Le campagne di prevenzione, già previste dalla legge sull'obbligo vaccinale, aiuteranno senz'altro a comprendere ancora di più l'importanza di questo fondamentale strumento di prevenzione per la salute pubblica”, conclude.

10/11/2017 - 19:57

Perché noi e l’Italia la legge la vogliamo

“Si prepari a mangiare a Roma il panettone di Natale. Le sue minacce non possono fermare un processo storico. Noi del Partito democratico la legge sullo ius soli la vogliamo perché il Paese è consapevole che non si possono lasciare in strada uomini e donne che nascono da noi, crescono con i nostri figli, vivono accanto a noi”.

Così Gero Grassi, vice presidente dei deputati Dem, replica al leader leghista il quale ha affermato “se la sinistra prova a calendarizzare la legge sullo ius soli in Parlamento la Lega è pronta anche a passare il giorno di Natale a Roma”.

10/11/2017 - 17:11

“I deputati 5 Stelle insistono nella loro denuncia sui rischi di uno ‘smantellamento’ (addirittura!) del 41 bis, il carcere duro per i mafiosi. Se fosse vero, il Pd sarebbe già intervenuto per contrastarli. Ma la polemica è davvero inutile, abbiamo già ascoltato il Dap sulla circolare del 2 ottobre 2017, intervenuta a regolamentare in modo omogeneo il circuito detentivo speciale per garantire uniformità nelle modalità esecutive di detenzione ed evitare disomogeneità e contestazioni strumentali, quelle si potenzialmente destabilizzanti. Su alcune questioni, ad esempio i rapporti legati all'affettività con i figli minori degli anni 12, si tratta di affermare una corretta applicazione  della norma che verrà comunque attentamente monitorata, col preciso intento di salvaguardare il fondamentale diritto del minore a non essere utilizzato in attività criminali. Così come saranno monitorate le questioni legate al rapporto con i legali e con il Garante nazionale per i detenuti. Il Ministro Orlando, d'altra parte, ha dato ampia prova di lavorare perché tutti gli organici siano adeguati alle esigenze reali e questo vale anche per il GOM. La lezione di Falcone ci è ben chiara: il 41 bis deve servire a ciò per cui è stato pensato, ovvero impedire le comunicazioni con l'esterno dei boss mafiosi, non è, e non si deve trasformare, in una pena aggiuntiva, inutilmente afflittiva”. Così Davide Mattiello, deputato del Pd. 

10/11/2017 - 15:28

“Con la Sen varata oggi dai ministri Galletti e  Calenda, insieme al presidente del Consiglio Gentiloni, l'Italia fa un bel passo in avanti verso la decarbonizzazione e la piena attuazione dell'accordo di Parigi.
La politica energetica e la mobilità sostenibile contenuta nella strategia energetica nazionale è, nei fatti, una grande politica industriale e di sviluppo che deve portarci a cogliere tutti i vantaggi, in termini di competitività, dati dalla trasformazione dell'economia in chiave ecologica. Molto importante lo stop al carbone al 2025, segnale fondamentale anche verso paesi europei come la Germania e la Polonia che producono ancora energia dal carbone in modo consistente. E insieme a questo va portata ancora attenzione per rendere davvero efficace il sistema Ets, il sistema europeo di scambio delle quote di emissioni di Co2, e quindi avere un effettivo e adeguato prezzo del carbonio. Giusto anche monitorare l'applicazione della strategia di anno in anno e rivederla ogni tre anni, in modo da tenere conto delle innovazioni tecnologiche e aumentare l'impegno per rispettare a pieno l'accordo di Parigi sul clima, e  arrivare quindi a zero emissioni nette al 2050”. Lo ha dichiarato la deputata Pd Stella Bianchi, componente commissione Ambiente e  commissione inchiesta ciclo rifiuti.

10/11/2017 - 15:18

La deputata Pd Liliana Ventricell ha scritto all’ANAS per segnalare l’importanza del ri-appalto del primo stralcio “Altamura-Toritto” della ss. 96, in territorio di Mellitto, i cui lavori sono stati interrotti negli scorsi anni senza poter giungere al completamento dell’opera di raddoppio dell’importante arteria interregionale. Ventricelli ha inviato una lettera al presidente Armani, condivisa e co-firmata dal consigliere regionale Enzo Colonna.

Nella lettera Ventricelli rileva che “importanti aggiornamenti in ordine ai lavori di ammodernamento della strada statale 96 “Barese” sono emersi in questi mesi, da ultimo l’apertura del secondo stralcio, tratto di 10 km in territorio di Altamura. È nota l’importanza strategica di questo collegamento stradale per il Mezzogiorno sia sotto il profilo economico sia per quello turistico con la scadenza prossima di Matera capitale europea della cultura per il 2019.

Non possiamo farci trovare impreparati per quella data e la Comunità tutta sollecita il rispetto delle scadenze. I ritardi accumulati nella prima fase pesano sul rispetto delle tempistiche, in particolare per quanto riguarda il tronco Altamura – inizio variante Toritto con l’apertura della seconda carreggiata bloccata da diversi mesi. A tal fine, conscia che è necessario mobilitarsi con tutte le rappresentanze istituzionali del territorio, affinché l’Anas proceda in tempi brevi, ho deciso, assieme al consigliere regionale Vincenzo Colonna, che ha seguito come me l’intero iter, di scrivervi, richiedendo ai dirigenti autorizzati di fare uno sforzo ancora maggiore per cercare di rimanere nei tempi già, da tempo, stabiliti”.

10/11/2017 - 08:52

Ma il MEF chiede taglio di 6 milioni per le Agenzie che devono fare ispezioni 

“Nel 2017, secondo i dati diffusi dall'ANMIL, si sono registrati 422.000 infortuni sul lavoro, di cui 682 mortali, con un aumento del 4,7 %. Questi numeri potrebbero anche essere peggiori, se si considera che solo per il 70 % dei lavoratori si avvalgono degli obblighi assicurativi previsti nel nostro Paese. Di fronti a questi dati ci preoccupa la previsione del MEF di tagliare 6 milioni di euro dal fondo di produttività del Ministero del lavoro e delle sue agenzie, decurtandolo sostanzialmente della metà. In buona sostanza, non solo non si investe, ma si decurtano addirittura i fondi destinati ad incentivarne la produttività. E' indispensabile che il Governo intervenga in sede di approvazione della Legge di stabilità”. Così Antonio Boccuzzi, deputato del Pd, il quale ricorda che “L'INL, istituito nel 2015 al fine di razionalizzare e semplificare l'attività di vigilanza e per svolgere le attività ispettive già esercitate dal Ministero del lavoro, dall'INPS e dall'INAIL, si trova ad operare con grandi difficoltà. La clausola dell'invarianza di spesa ha bloccato la prospettiva di crescita dell'Istituto e il salto di qualità che il Governo voleva realizzare nel campo delle ispezioni - unificazione delle banche dati, essenziale per evitare la duplicazione delle ispezioni, formazione adeguata e soprattutto tutela del personale ispettivo sempre più colpito da aggressioni personali e ai loro mezzi di trasporto, assunzione di nuovi ispettori il cui numero è fortemente ridotto. Per questo è indispensabile che il Governo metta mano alla situazione”. 

Pagine