M5S: Morani, Di Maio in Usa, giro elettorale a spese dei contribuenti?

  • 16/11/2017

“Ma Luigi Di Maio in che veste si è recato negli Stati Uniti? Pare essere in veste istituzionale, visto che è stato ricevuto dall’ambasciatore. Perché allora ha fatto prevalentemente un tour propagandistico per il suo partito e per la sua candidatura? Si è fatto un giretto elettorale a spese dei contribuenti italiani? A leggere le sue dichiarazioni sembra che si sia dedicato soprattutto ad illustrare lo sorti magnifiche e progressive del grillismo, peraltro con risultati pietosi viste anche le stroncature ricevute dal New York Times.

M5S: Moscatt, sulla NATO confusi, Di Maio dice sì, il Movimento no

  • 15/11/2017

“L’appartenenza alla Alleanza Atlantica non è una quisquiglia, per questo è ridicola e preoccupante la confusione del M5S sulla questione. Il candidato presidente Di Maio, infatti, girando per gli Stati Uniti va dicendo che la partecipazione dell’Italia alla Nato non è in discussione mentre la proposta di legge del Gruppo alla Camera va in tutt’altra direzione.

Carceri: Mattiello, su 41 bis polemica 5S inutile

  • 10/11/2017

“I deputati 5 Stelle insistono nella loro denuncia sui rischi di uno ‘smantellamento’ (addirittura!) del 41 bis, il carcere duro per i mafiosi. Se fosse vero, il Pd sarebbe già intervenuto per contrastarli. Ma la polemica è davvero inutile, abbiamo già ascoltato il Dap sulla circolare del 2 ottobre 2017, intervenuta a regolamentare in modo omogeneo il circuito detentivo speciale per garantire uniformità nelle modalità esecutive di detenzione ed evitare disomogeneità e contestazioni strumentali, quelle si potenzialmente destabilizzanti.

M5S: Morani, Di Stefano dica la verità su rapporti con russi

  • 09/11/2017

“La spiegazione di Di Stefano sugli incontri a Mosca tra M5S e gli emissari di Putin non dissipa le ombre che incombono sui 5 Stelle”. Lo dichiara Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera, per commentare l’incontro, avvenuto a Mosca nel 2016 e rivelato da la Stampa, tra i deputati di M5S Alessandro Di Battista e Manlio di Stefano e alcune personalità russe vicine a Vladimir Putin.

Minacce a Rosato: Palladino, linguaggio della violenza non è politica, vicinanza ad Ettore

  • 31/10/2017

“La politica che parla con il linguaggio della violenza non è degna di chiamarsi tale e va condannata fermamente in ogni sede”. E’ quanto ha sottolineato Giovanni Palladino, deputato Pd. “Ha contorni scabrosi l’aggressione verbale subita dal capogruppo Ettore Rosato ad opera di un cosiddetto politico vicino al M5S. Mi auguro che il movimento stesso prenda le distanze da quanto accaduto”. “Inneggiare alla violenza, sia essa fisica o morale, significa alimentare quella società dell’odio che già è troppo diffusa, e dare pessimi esempi ai giovani che oggi si nutrono di social network”.

Minacce a Rosato: Sbrollini a M5S, si attivi per fermare onda d’odio

  • 31/10/2017

“Voglio rivolgere un appello al Movimento 5 stelle rispetto alle folli parole di Angelo Parisi, assessore designato in Sicilia: si attivi al più presto per denunciare e placare l’onda d’odio che ha generato questa minaccia di morte e tante altre occasioni di violenza verbale negli ultimi mesi”. Lo dichiara Daniela Sbrollini, deputata del Partito democratico.

Minacce a Rosato: Ferranti, attacco gravissimo, non bastano scuse

  • 31/10/2017

“Un attacco gravissimo, che nessuna polemica politica può giustificare”. Donatella Ferranti, presidente della commissione Giustizia della Camera, esprime “solidarietà e vicinanza” al capogruppo del Pd, Ettore Rosato, oggetto di “un tweet semplicemente vergognoso” da parte del grillino Angelo Parisi. “Le scuse personali possono mitigare, ma non cancellano la gravità – dice Ferranti – di un metodo fondato sull’aggressione e l’intimidazione di un avversario politico e sull’incitamento all’odio, un metodo che dovrebbe preoccupare tutte le forze politiche”.

Pagine