30/12/2021 - 12:48

Chiudiamo l’anno con una crescita superiore agli altri Paesi dell’Unione e la prospettiva di tornare ai livelli pre covid nei primi mesi del 2022. Ma non siamo ancora fuori dall’emergenza, la ripresa va consolidata e resa strutturale, portando il sistema produttivo a registrare tassi di crescita non più dello “zero virgola” come è stato negli anni passati, cogliendo l’opportunità degli investimenti legati al Pnrr. La manovra economica ha questo scopo. E’ espansiva, non mette le mani nelle tasche degli italiani, punta a saldare crescita e coesione sociale. Per questo è previsto un taglio delle tasse di 8 miliardi, risorse per la riforma degli ammortizzatori sociali, per la sanità, per la non autosufficienza, per il reddito di cittadinanza pari a 7 miliardi, incentivi per investimenti pubblici e privati e quattro miliardi per affrontare il “caro bollette”. Di grande rilievo anche le misure per gli enti locali, spina dorsale della presenza pubblica sul territorio e crocevia per i progetti e gli investimenti del Pnrr. E’ una manovra che, nei suoi contenuti, mostra la fondatezza dei giudizi positivi arrivati alla capacità di reazione del nostro Paese dalle agenzie di rating e da grandi centri di osservazione internazionale come l’Economist. Gli strumenti messi a disposizione dalla legge di bilancio saranno particolarmente importanti nei prossimi mesi quando da un lato l’inflazione e dall’altro le tensioni internazionali potranno mettere a rischio la marcia della ripresa. Lo stesso giudizio positivo non si può dare per le procedure di approvazione della manovra che, ancora una volta, hanno segnato uno svilimento del Parlamento già visto in altre occasioni. Restituire centralità alle Camere è un obiettivo non più rinviabile stabilendo regole chiare, quanto più rapidamente, tra governo e Parlamento.

Così Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera

30/12/2021 - 12:46

“C’è un impegno del governo ad incrementare le risorse a favore del Fondo nazionale per la non autosufficienza. Con il parere favorevole ad un mio ordine del giorno alla Legge di Bilancio, viene riconosciuta la necessità di sostenere con più efficacia i disabili, le persone non autosufficienti e le loro famiglie duramente provate dall’emergenza Covid. Si vuole così rafforzare il sostegno a persone con gravissima disabilità e ad anziani non autosufficienti per garantire loro un’esistenza dignitosa e in sicurezza. Ora il nostro impegno continua perché la previsione nell'ordine del giorno si traduca in un concreto provvedimento e per rendere operativa la legge delega sulla disabilità approvata in via definitiva le scorse settimane”.

Così Andrea De Maria, deputato Pd e Segretario d’Aula della Camera dei Deputati.

30/12/2021 - 12:32

“Si tratta di una Legge di Bilancio con importanti risorse, oltre due miliardi, e contenuti per agricoltura, pesca, forestazione, grazie alle proposte uscite dal Cdm e ad alcune integrazioni introdotte con emendamenti dei senatori.

Fondamentali sono la proroga delle esenzioni Irpef, del bonus verde, dell’esonero contributivo per i giovani in agricoltura. Significative le misure per sostenere le imprese a conduzione femminile, il fondo danni da eventi metereologici purtroppo oramai all’ordine del giorno, incremento delle risorse ad Ismea per misure a sostegno delle imprese. Importanti le risorse per la strategia forestale e il fondo per lo sviluppo delle montagne. Bene misure su Fermo pesca, Cisoa, Xylella, filiere carni e gli ulteriori stanziamenti per Ismea, finalizzati a varie misure di sostegno alle imprese”.

Così Susanna Cenni, vice presidente della commissione Agricoltura della Camera e responsabile Politiche agricole della segreteria del Pd.

“Siamo soddisfatti - aggiunge - che al Senato ci sia stata la possibilità di intervenire sull’accisa per i birrifici e con altre risorse per il comparto, a partire dallo stanziamento per Crea, ci auguriamo utilizzabile anche per la stabilizzazione degli operai agricoli. Riteniamo che ulteriori miglioramenti sarebbero stati utili, a partire da misure di supporto ai Consorzi di tutela e da misure per accompagnare e sostenere transizione ecologica ed economia circolare per le piccole e medie imprese del settore, ma i tempi di approvazione non hanno consentito l’esame puntuale da parte della Camera che sarebbe stato necessario e doveroso. Adesso si lavori - conclude - anche con le Regioni, per utilizzare e integrare al meglio l’insieme delle risorse e degli strumenti a disposizione tra Legge di Bilancio, Pnrr e nuova programmazione Pac per rafforzare, innovare, rendere più sostenibili ed efficaci i nostri sistemi agricoli ed alimentari, sistemi che garantiscono cibo di qualità, presidio ambientale, prestigio internazionale”

30/12/2021 - 12:16

“Finalmente, con l’approvazione in Legge di Bilancio dei livelli essenziali delle prestazioni sociali (Leps) e con il cospicuo finanziamento per assicurare almeno al 33% dei bambini del nostro Paese un posto all’asilo nido, viene sanata la più grande ingiustizia a danno delle bambine e dei bambini del Sud. In particolare vengono stanziati: 120 milioni di euro per l’anno 2022; 175 per il 2023; 230 per il 2024; 300 per il 2025, 450 per il 2026; e 1.100 milioni annui a decorrere dall’anno 2027, quale quota di risorse finalizzata a incrementare in percentuale, nel limite delle risorse disponibili per ciascun anno, il numero dei posti nei servizi educativi per l’infanzia. Inoltre, grazie a queste risorse, i comuni possono procedere all’assunzione del personale necessario alla diretta gestione dei servizi educativi per l’infanzia”.

 

Così il deputato dem, Paolo Siani, vice presidente commissione parlamentare Infanzia e adolescenza.

30/12/2021 - 12:14

“Esprimo soddisfazione per l’approvazione del nostro ordine del giorno che impegna il governo a valutare l’opportunità di inserire nel primo provvedimento utile, ulteriori interventi urgenti per la scuola, tra i quali, la stabilizzazione dei finanziamenti aggiuntivi per il funzionamento ordinario delle scuole introdotta dalla legge 107 (c.d. Buona scuola); un concorso riservato per i direttore dei servizi generali e amministrativi (Dsga) facenti funzione; la procedura straordinaria per gli insegnanti precari di religione; la rimozione dei vincoli alla mobilità dei docenti; la proroga della procedura utilizzata ad agosto per l’immissione in ruolo di docenti specializzati nel sostegno; dell’inserimento in graduatoria degli idonei del concorso Stem e del riconoscimento dell’abilitazioni agli idonei del concorso straordinario ma privi del requisito di supplenza in corso”. Lo dichiara la deputata dem Rosa Maria Di Giorgi, capogruppo Pd in commissione Cultura, commentando l’approvazione dell’ordine del giorno alla Legge di Bilancio 2022 e sottoscritto anche dai deputati Pd Flavia Piccoli Nardelli, Patrizia Prestipino, Michele Nitti, Paolo Lattanzio, Andrea Rossi, Matteo Orfini e Lucia Ciampi.

“Resta ancora molto da fare per il mondo della scuola. Tuttavia – conclude Di Giorgi - in seguito alla discussione al Senato risultano approvate molte delle proposte avanzate dal Gruppo del Partito Democratico. Tra le più significative: l’inclusione degli Ata nella proroga dei contratti per affrontare l’emergenza Covid e l’aumento di 100 milioni di euro delle risorse disponibili; l’incremento di 60 milioni di euro del Fondo per la valorizzazione della professionalità docente che diventa stabile a 300 milioni l’anno; la crescita del Fun per la retribuzione dei dirigenti scolastici; il finanziamento, per il 2022, di servizi di supporto psicologico nelle scuole e di un contributo alle scuole dell’infanzia paritarie; la proroga fino all’a.s. 2023/24 della riduzione del parametro minimo utilizzato per definire l’autonomia delle istituzioni scolastiche; la conferma, a regime, della possibilità di comandi di docenti e Ds presso gli enti e le associazioni; la proroga degli incarichi temporanei degli ispettori in attesa dell’espletamento dei concorsi e l’immissione in ruolo dei docenti vincitori del concorso straordinario, le cui graduatorie sono state pubblicate dopo agosto 2021”.

30/12/2021 - 12:07

“Sono necessarie nuove tutele e nuove norme per i lavoratori portuali. L’ordine del giorno approvato dalla Camera alla Legge di Bilancio rappresenta un impegno vincolante per il governo nei confronti di una categoria fino ad oggi fortemente penalizzata. L’atto di indirizzo impegna l’esecutivo ad estendere i sostegni alle imprese portuali disposti per l’emergenza Covid fino al 30 giugno 2022 e a creare un fondo di accompagnamento all’esodo per i lavoratori portuali. Viene inoltre rimarcata la necessità di istituire un apposito fondo per le Autorità di sistema portuale finalizzato al risarcimento dei lavoratori colpiti da patologie causate dall’amianto. Si tratta di misure su cui il governo si era già impegnato con le associazioni di categoria ma che non si sono poi concretizzate nella Legge di Bilancio. Il tempo delle promesse è scaduto”.

 

Così i deputati del Partito Democratico, Davide Gariglio e Andrea Romano.

30/12/2021 - 11:42

“Con questa Legge di Bilancio mettiamo al proprio posto altre importanti tessere del mosaico dell’Italia di domani. Ma prima di tutto vorrei segnalare che queste modalità di lavoro, con la totale esclusione di un ramo del Parlamento dall’esame di provvedimenti decisivi, tradiscono profondamente volontà e valore del voto. E’ arrivato il tempo di ristabilire un quadro di regole chiare tra Governo e Parlamento. Venendo agli obiettivi e ai contenuti della manovra, dal fisco al lavoro, dalle politiche sociali alla sanità, dai grandi investimenti al sostegno di chi vive un momento di crisi, possiamo dire che questa finanziaria da oltre 30 miliardi di euro sa guardare al futuro del Paese senza abbandonare nessuno a un destino di sconforto e rassegnazione. Occorre creare le condizioni affinché i livelli di crescita di quest’anno diventino strutturali ma, soprattutto, far sì che il progresso dell’economia incroci le coordinate della coesione territoriale. E’ pensando alle disparità di ieri e di oggi che è stato scritto il Pnrr. La transizione ecologica e quella digitale sono i binari su cui marcia il progresso. Si continua l’azione di sostegno diretto alle imprese in crisi, per riformare il mondo del lavoro e quello delle politiche sociali e per rinnovare strumenti fondamentali, come il Superbonus 110%, che portano l’enorme merito di aver trainato la ripartenza in questi mesi. Senza dimenticare le emergenze che minacciano la crescita e il benessere della nostra comunità: il contrasto della pandemia con nuovi interventi a sostegno della sanità; e il contenimento dei costi dell’energia, che spaventa famiglie e imprese”.

 

Così il capogruppo dem in commissione Bilancio, Ubaldo Pagano, intervenendo in Aula per la dichiarazione di voto favorevole del Gruppo Pd alla Legge di Bilancio.

30/12/2021 - 11:37

"È stato accolto alla Camera dei Deputati un Ordine del Giorno da me promosso che sollecita l'equiparazione dei gettoni dei consiglieri comunali al giusto aumento della retribuzione dei sindaci e delle giunte previsto dalla Legge di bilancio. È necessario che nel primo provvedimento utile si riesca ad approvare una norma che dia la giusta considerazione ai cittadini che si mettono al servizio delle loro comunità".

Lo dichiara Claudio Mancini, Deputato del Partito Democratico.

30/12/2021 - 11:34

“Con la quarta ondata in atto, mancano ancora milioni di persone all'appello per il vaccino. L'80% circa delle terapie intensive nei nostri ospedali è occupato da non vaccinati. Questa situazione non è più tollerabile. È il momento allora di scelte ancor più decise e coraggiose. Accanto alle misure già adottate con restrizioni sempre maggiori per i no vax, appare ragionevole e condivisibile la proposta di @EnricoLetta di introdurre un vero e proprio obbligo vaccinale. La situazione di emergenza attuale richiede ormai una decisione netta, per difendere al massimo la vita e la salute delle nostre comunità. L'Italia è stata d'esempio in Europa finora. Sia capofila anche su questa scelta”. Lo dichiara il vice capogruppo democratico alla Camera Piero De Luca.

30/12/2021 - 11:27

“E’ positivo l’accoglimento del governo dell’ordine del giorno, a mia prima firma, che lo impegna a misure di sostegno per la filiera dell’automotive finalizzate al superamento dell’attuale fase di crisi, sia sul fronte della produzione e dell’approvvigionamento, sia su quello della vendita di autoveicoli; a partire dal rifinanziamento degli incentivi all’acquisto di veicoli elettrici o di veicoli a basse emissioni di anidride carbonica. Allo stesso tempo, accettando l’ordine del giorno, l’esecutivo indica la volontà di adoperarsi per favorire il rapido superamento delle situazioni di crisi industriale (in particolare nel settore della componentistica) al fine di evitare anche la perdita di occupazione. Questo, inoltre, considerando anche l’opportunità di istituire un Fondo pluriennale dedicato ad accompagnare la transizione del settore dell'automotive per sostenerne la trasformazione delle imprese verso le nuove forme di mobilità, l’innovazione di prodotto e la riqualificazione professionale. Ora però è giunto il momento che alle pur importanti enunciazioni seguano azioni concrete e un piano di lavoro solido”.

 

Così il capogruppo dem in commissione Attività produttive, Gianluca Benamati, commentando l’approvazione dell’ordine del giorno, accettato dal governo, e sottoscritto anche dalla deputata Pd, Francesca Bonomo, Gavino Manca, Serse Soverini e Diego Zardini.

30/12/2021 - 11:11

"Il governo stanzi risorse per sostenere il distretto conciario di Santa Croce sull'Arno in grave crisi a causa della pandemia". E’ quanto chiede un ordine del giorno alla Legge di Bilancio 2022, presentato dalla deputata dem Lucia Ciampi e approvato la notte scorsa dall'Aula di Montecitorio.

"Il distretto toscano con circa 250 concerie, 200 terzisti, 6.000 addetti e 2 miliardi e mezzo di fatturato, rappresenta una eccellenza mondiale che impiega lavoratori specializzati, stilisti, maestri della chimica, addetti alle vendite. Questa manovra presenta norme specifiche per altre realtà territoriali in crisi ma ha trascurato colpevolmente realtà produttive come quella di Santa Croce, ad oggi il più importante polo italiano per la produzione di pelli per borse e scarpe dei marchi internazionali del lusso. È necessario sanare questa mancanza con risorse adeguate e questo ordine del giorno è un atto di indirizzo vincolante per il governo", conclude Ciampi.

30/12/2021 - 10:47

“Il governo, approvando il mio ordine del giorno, si è impegnato ad adottare idonee e tempestive iniziative per scongiurare l'aumento delle tariffe dei pedaggi della Strada dei Parchi, procedendo contestualmente alla sollecita approvazione del nuovo Piano Economico Finanziario (Pef) che consentirebbe di investire sin da subito consistenti risorse per l'avvio dei lavori di manutenzione straordinaria e di adeguamento sismico dell'infrastruttura e a provvedere senza indugio alla nomina del nuovo Commissario straordinario per la messa in sicurezza antisismica delle Autostrade A24 e A25”. Lo dichiara la deputata abruzzese del Pd Stefania Pezzopane a seguito dell’approvazione dall’Aula di Montecitorio, di un suo ordine del giorno alla Legge di Bilancio 2022.

“Ad oggi - conclude Pezzopane - il nuovo Pef non è stato approvato e il Consiglio di Amministrazione di Strada dei Parchi SpA, considerata l'esigenza di assicurare, tra le altre cose, tariffe sostenibili per l'utenza delle Autostrade A24/A25, ha deliberato la sospensione dell'aumento tariffario di circa il 34 per cento, la cui entrata in vigore era prevista per il 1° gennaio 2022, differendone l'applicazione al 1° luglio 2022. D’altra parte in questa direzione andava il mio emendamento approvato nel Decreto semplificazioni. I cittadini non possono subire ulteriori ritardi per la messa in sicurezza di un'arteria strategica, la cui viabilità è messa ulteriormente a dura prova anche dal ghiaccio e dalla neve, e rischiare contestualmente di subire aumenti tariffari insostenibili”.

30/12/2021 - 10:25

"Lo sforzo delle strutture pubbliche e la massiccia adesione delle persone hanno consentito di arrivare a un numero di vaccinati tra i più alti d'Europa. Così si è salvaguardata la salute e la vita di decine di migliaia di persone in questo anno. Ma ora occorre andare oltre e impedire che la quarta ondata causata dalla variante Omicron, di eccezionale contagiosità, possa mettere a rischio le attività economiche, la vita sociale, il funzionamento dei servizi pubblici. Quasi sei milioni di over 12 non vaccinati sono un oggettivo terreno di diffusione dell'infezione. È il momento di decidere sull'obbligo vaccinale per proteggere l'intera popolazione dal contagio e evitare che l'occupazione di ospedali e terapie intensive, in stragrande maggioranza da ricoverati non vaccinati, impedisca il normale funzionamento e la necessaria assistenza sanitaria per coloro che soffrono di altre patologie ".
Così Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera

30/12/2021 - 10:22

 “Il Partito Democratico esprime soddisfazione per l’accoglimento da parte del governo dell’ordine del giorno, presentato in relazione alla Legge di Bilancio 2022, sui pericoli e sui danni causati dagli animali inselvatichiti, in particolare cinghiali. Per il Partito Democratico il tema dei danni della fauna selvatica va affrontato con determinazione, occorre mettere le Regioni in grado di programmare ed operare, consapevoli che il solo prelievo degli animali non può essere l’unica soluzione a questa emergenza. Nel contempo, alla luce della novità inserita al Senato, chiede che il governo riferisca alle Camere, con una relazione sulla efficacia del vaccino sperimentale utilizzato per sterilizzare e quindi contenere la popolazione degli animali dannosi”. Lo scrivono, in una nota, i deputati dem Andrea Frailis, Susanna Cenni ed Eva Avossa, firmatari dell’ordine del giorno e componenti della commissione Agricoltura di Montecitorio.

30/12/2021 - 10:08

"Il governo ha accolto l'ordine del giorno che avevamo presentato per impegnare l'esecutivo a intervenire per calmierare i prezzi delle mascherine FFP2 il cui uso - giustamente - è stato reso obbligatorio per molti contesti, per luoghi al chiuso, per molte categorie e fasce di popolazione. Con l'obiettivo, anche con queste decisioni, di contrastare meglio la diffusione del virus Covid. Accogliendo il nostro odg, il governo ha assunto un impegno positivo, da rendere efficace prima possibile, da subito. Questo tipo di mascherine, maggiormente protettive, ha come noto un costo largamente superiore a quello di altri ( come le "chirurgiche") e non è pensabile che questo ricada su milioni e mlioni di cittadini e famiglie che già sopportano tanti costi sociali della situazione che stiamo vivendo".

Così il deputato e Tesoriere Pd Walter Verini.  

Pagine