09/11/2021 - 14:33

“Ieri abbiamo incontrato le associazioni di settore, con le quali dialoghiamo fin dalla costituzione dell'Intergruppo, con l'obiettivo di continuare il confronto e di continuare a essere portavoce con il Parlamento, di proposte e di iniziative che arrivano da coloro che operano direttamente sul territorio con bambini e bambine. Anche quest’ultimo incontro nasce dalla necessità di raccordare ancora di più le azioni del Terzo Settore con le iniziative parlamentari perché se molto abbiamo fatto come Intergruppo, dall’approvazione della Mozione Infanzia all'approvazione del capitolo apposito nel PNRR e, da ultimo, in commissione bilaterale abbiamo dato il via libera al Piano Infanzia che contiene tanti aspetti positivi frutto anche del nostro impegno, sulle conseguenze sia a livello psicologico, che psico fisico, ma anche nell'apprendimento, ancora molto rimane da fare. Il nostro compito è di sollecitare e pungolare costantemente il governo perché il tema dell’infanzia non scompaia dall’agenda politica e perché si acquisisca una volta per tutte il concetto che dei ragazzi e ragazze ci si preoccupi solo quando si parla di scuola: il tema dell’infanzia e adolescenza è molto più ampio e onnicomprensivo. Per questo chiederemo nelle prossime settimane un incontro alla ministra Cartabia sulla riforma che riguarda anche il Tribunale dei Minori, alla ministra Bonetti per portare le nostre idee sui temi di sua diretta competenza, e stiamo sviluppando anche un piano per il monitoraggio sociale degli interventi su Infanzia e adolescenza attraverso il quale stakeholder, Terzo Settore e società civile possano controllare quali azioni amministrative sono in piedi e il loro prosieguo".

Così in una nota i coordinatori dell'Intergruppo Parlamentare Infanzia e Adolescenza Paolo Lattanzio e Paolo Siani.

09/11/2021 - 13:19

Indegno e moralmente inaccettabile quanto sta accadendo al confine tra Bielorussia e Polonia. Non si possono trattare come carne da macello persone terrorizzate e indifese, che hanno perso tutto. Il regime di Lukashenko non si sta facendo scrupoli di speculare sulla vita di migliaia di donne, bambini e uomini per scopi politici. C’è bisogno di muoversi subito, la Polonia non può essere lasciata sola a gestire questa crisi. Bene dunque l’iniziativa immediata della Presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen che ha chiesto l’estensione delle sanzioni alla Bielorussia “responsabile di questi attacchi ibridi”. La Ue dia dimostrazione di forza e compattezza intimando a tutti di agire con senso di responsabilità evitando di mettere a rischio la vita di persone innocenti che hanno perso tutto e sono diventati all’improvviso strumenti inconsapevoli di una squallida strategia di battaglia politica. Tutto ciò non può essere accettato dall’Unione.

Lo afferma Piero De Luca, Vicepresidente del Gruppo alla Camera del Partito Democratico.

09/11/2021 - 13:03

 “Se confermata, la decisione di DAZN di cambiare unilateralmente le condizioni di utilizzo del contratto sottoscritto con gli abbonati rappresenterebbe una grave lesione dei loro diritti. Non è tollerabile che agli appassionati di sport abbonati alla piattaforma sia riservato questo trattamento e che gli sia impedito di utilizzare il servizio alle condizioni previste al momento dell’acquisto, men che meno facendosi scudo dietro la pur condivisa esigenza di contrastare la pirateria. Ho chiesto con un’interrogazione al Ministro Giorgetti di vigilare sulla situazione e intraprendere ogni utile iniziativa a tutela dei consumatori.”

Lo dichiara Marco Lacarra, deputato del Partito Democratico.

08/11/2021 - 20:14

Come il Partito Democratico, attraverso i propri parlamentari e io stessa avevamo chiesto, il Superbonus 110% sarà prorogato senza alcuna limitazione, compresa quella relativa all’Isee, che avrebbe ostacolato le famiglie che vivono in case singole e quindi nei comuni più piccoli e nei borghi. 

Si supera così una distinzione che avevamo giudicato non corretta fra una famiglia che vive in un condominio di una grande città, e che avrebbe potuto utilizzare la proroga e una famiglia che vive in una casa singola, in un piccolo comune, che di fatto sarebbe stata esclusa dalla possibilità di migliorare la sicurezza e l'impatto ambientale della propria abitazione.” Così Martina Nardi, deputata Pd e presidente della commissione Attività produttive della Camera.

“Ora è auspicabile che Governo e Parlamento – conclude Nardi – lavorino assieme per definire un quadro normativo che dia certezze a famiglie e imprese quando la misura eccezionale e straordinaria del 110% terminerà. Già adesso dobbiamo quindi predisporre quelle regole che consentano in futuro di rendere conveniente di abbattere i consumi energetici delle abitazioni e di renderle più sicure. Sostenere con agevolazioni e cessione del credito la riconversione ecologica delle abitazioni degli italiani è infatti una scelta politicamente lungimirante, perché significa difendere l’ambiente e aiutare il settore dell’edilizia che è uno dei settori a più alto valore aggiunto di occupazione del nostro Paese”. Conclude Nardi.

08/11/2021 - 20:05

“È interessante il risultato dell'indagine della società specializzata WorkMotion che indica Bari come destinazione ideale in Italia degli smart worker. È la riprova della reputazione e dell'attenzione che Bari si è guadagnata in questi anni, grazie al lavoro dell’amministrazione Decaro e di un turismo che ha fatto conoscere sempre più la città.”

Così in una nota il deputato barese del Pd, Alberto Losacco.

“Infatti - sottolinea - tra gli elementi che portano a questo risultato, non c'è solo il costo della vita, ma anche la vivacità sociale e la praticità degli spostamenti. Non sappiamo quanto crescerà il fenomeno del lavoro da remoto, ma per città come Bari potrebbe tramutarsi in una nuova opportunità di crescita. Nel frattempo questo risultato non può che fare piacere”.

08/11/2021 - 13:08

E’ certamente un passo avanti la riduzione del cinquanta per cento, per un anno, del versamento dei contributi previdenziali per le lavoratrici che rientrano dopo il congedo obbligatorio di maternità previsto dalla legge di bilancio. Ed è una buona notizia anche il carattere strutturale della durata di dieci giorni del congedo di paternità come pure l’aumento di 50 milioni di euro delle risorse per il Fondo di sostegno alla parità salariale. Si tratta di misure importanti. Un primo passo di un percorso ancora lungo per superare quelle discriminazioni e disuguaglianze che ancora minano il nostro mercato del lavoro.

07/11/2021 - 12:22

"La legge di parità salariale ha aperto una crepa nel soffitto di cristallo che soffoca le carriere di noi donne. La sua completa attuazione è un impegno che tutti, governo e Parlamento, devono portare a termine per garantire occupazione femminile ed equità fra i generi." Lo dichiara la deputata Chiara Gribaudo, della segreteria nazionale PD, ai margini dell'iniziativa organizzata da Elle Active. "Ora serve proseguire con misure che vadano oltre la conciliazione dei tempi vita e lavoro, arrivando a una vera e propria condivisione genitoriale.  Portare il congedo di paternità a 5 mesi obbligatori, e realizzare il part-time e lavoro agile di coppia, adottando gli incentivi del modello tedesco che consentono di ridurre l'orario di lavoro al 50% con retribuzione al 75%. Da queste misure passa lo sviluppo e la ripresa del Paese."

06/11/2021 - 17:53

“La riforma è così importante e al contempo così complicata (si tratta di chiudere i vecchi regimi e di unificarli per 7,5 milioni di famiglie, con nuove procedure) che val la pena prenderci due mesi in più.  La misura è infatti epocale, in quanto semplifica, rende universale e robusto (50 per cento di risorse in più rispetto alla spesa storica) l’aiuto alle famiglie con figli. Quindi vorrei dire: si abbia fiducia. Sarà una grande riforma, di cui già presto vedremo i frutti”. Lo dichiara Stefano Lepri, relatore delle legge delega alla Camera.

05/11/2021 - 19:52

“Siamo dentro a cambiamenti profondi: la sfida climatica, la necessità di tornate a crescere dopo il Covid, le ingenti risorse in arrivo con il PNRR ci impongono di condividere scelte, decisioni strategiche, politiche pubbliche e iniziative private senza sbagliare”. Con queste parole l’onorevole Susanna Cenni, vicepresidente della Commissione Agricoltura alla Camera è intervenuta al primo Congresso nazionale dei Paesaggi rurali e storici in corso a Firenze.

“Il decreto che nel 2012 ha approvato l’Osservatorio Nazionale per il Paesaggio Rurale ed il Registro – continua Cenni – è stato importantissimo e il crescente numero di iscrizioni e richieste di iscrizione mi ha spinto, a inizio legislatura, a presentare una proposta di legge affinché l'istituzione di quel Registro diventasse norma primaria, definita da legge ordinaria. Ancora non è avvenuto, ma l'importante è non perdere la rotta. L’obiettivo è chiaro: dobbiamo fermare processi di abbandono, spopolamento e degrado che concorrono con prepotenza al depauperamento del territorio, al dissesto idrogeologico, all'incapacità dei terreni agricoli abbandonati di resistere a fenomeni climatici sempre più violenti, valorizzando quell’insieme di pratiche agricole, conoscenze, qualità delle produzioni e sostenibilità ambientale”.

“Adesso è fondamentale lavorare per mantenere i paesaggi già iscritti nel Registro, dar loro valore ambientale, sociale ed economico. Per questo è necessario avere certezza di risorse per i Comuni e per le imprese agricole dei territori censiti: questo patrimonio non è dato per sempre, manutenzione e valorizzazione sono fondamentali”, conclude l’onorevole Cenni.

05/11/2021 - 19:50

“Oltre all’Europa della Salute per battere la pandemia e rilanciare le nostre comunità, puntiamo con forza in futuro alla costruzione di un'Europa dello sviluppo sostenibile e del lavoro, che combatta la precarietà e garantisca opportunità dignitose per tutti. Abbiamo le risorse per proporre un modello nuovo di Unione più solidale e includente soprattutto per le donne e i giovani. La ripresa sta dando una mano ma va estesa e consolidata e quindi a nessuno, in seno alla Ue, venga in mente di riproporre politiche economiche restrittive e asfissianti. L’Unione ha imboccato la strada giusta, grazie anche e sopratutto all'impegno dei Democratici. Tornare indietro sarebbe disastroso”. Piero De Luca, vicecapogruppo del Pd alla Camera dei Deputati non ha dubbi in proposito. “Come ha avuto modo di precisare anche il Commissario Paolo Gentiloni, dobbiamo continuare a sostenere l’economia per dare maggiore forza alla ripresa, sia pur in un quadro di stabilità finanziaria. Le politiche di bilancio vanno rimodulate, come noi chiediamo da tempo, e devono puntare a obiettivi di crescita. Per questo è anacronistico pensare per il futuro a nuove politiche restrittive che non hanno prodotto nulla di buono. Significherebbe non aver imparato la lezione di quanto è accaduto fino a oggi”.

05/11/2021 - 19:49

“La fornitura del servizio 5G per le forze dell'ordine deve garantire la sicurezza, e l'andamento dell'attuale gara sembra che possa andare nella giusta direzione. Le preoccupazioni sollevate in una interrogazione a nostra firma hanno trovato riscontro da parte del governo. Ora si proceda celermente avendo sempre come unico punto di riferimento l'ottenimento dei più alti standard di sicurezza. L'assoluta impenetrabilità non esiste, ma l'adozione delle migliori  tecnologie e delle modalità operative più sicure è un prerequisito irrinunciabile”.

Lo dichiarano in una nota i deputati democratici Enrico Borghi, responsabile sicurezza del Partito democratico, e Alberto Pagani, capogruppo Pd in commissione Difesa.

05/11/2021 - 19:48

Abbiamo l'occasione unica ed irripetibile per dare un colpo di acceleratore alla ripresa, ricostruzione e rigenerazione dei nostri territori con il Pnrr. È una sfida che va vissuta con spirito innovativo dando un carattere e una specificità al nostro territorio. Sono settimane frenetiche, piene di impegni per onorare le scelte forti fatte che porteranno ulteriori risorse in Abruzzo grazie al Recovery fund. Lunedì a L'Aquila vogliamo discutere di questa grande opportunità con chi dovrà proporre, programmare, scegliere il nostro futuro. Un incontro di lavoro sul Piano Nazionale di ripresa e resilienza e sullo specifico fondo complementare per le aree terremotate, con  ospiti speciali tra cui Giovanni Legnini, Giovanni Lolli e Carlo Presenti, ma interverranno anche rappresentanti di istituzioni, imprese, categorie, rappresentanti sindacali. Siamo al lavoro per reagire non solo alla crisi pandemica, ma anche sociale ed economica che nel nostro territorio si sovrappone all'uscita dall'emergenza del terremoto.

Lo afferma Stefania Pezzopane, deputata e responsabile nazionale Pd ricostruzione aree terremotate che ha organizzato e introdurrà l’evento a L’Aquila.
 

05/11/2021 - 13:59

"Gli atti vandalici compiuti al Poliambulatorio Mengoli a Bologna sono un fatto grave da non sottovalutare. Tutta la mia solidarietà al personale sanitario e l' auspicio che i responsabili vengano individuati e perseguiti.
Si conferma la presenza di frange che scelgono la strada di azioni violente, per strumentalizzare le paure legate alla pandemia. Non condivido in alcun modo nel merito i contenuti delle proteste contro il green pass, ma certamente la libera espressione del dissenso è un diritto in democrazia e va garantita. Le azioni violente però non possono essere tollerate e vanno isolate e contrastate senza ambiguità da parte delle istituzioni e di tutte le forze politiche".
Così Andrea De Maria, deputato PD e Segretario di Presidenza della Camera

05/11/2021 - 10:25

Senato completi iter con approvazione filiere trasparenti

“Con l’approvazione definitiva in Cdm del decreto legislativo che recepisce la Direttiva Ue del Parlamento e del Consiglio, finalmente c’è lo stop a molte pratiche sleali che hanno penalizzato agricoltori, lavoratori e consumatori. Un iter lungo, finalmente concluso, che salutiamo con grande soddisfazione”.

Così la deputata dem, Susanna Cenni, vice presidente della commissione Agricoltura e responsabile Pd per le Politiche agricole.

“Su questo tema e sull’odioso ricorso alle aste al doppio ribasso - aggiunge - il Pd ha promosso iniziative a più livelli. Paolo de Castro è stato relatore e protagonista della Direttiva a Bruxelles, con un puntuale lavoro di ascolto, confronto ed elaborazione in sede comunitaria, raccolto in Italia con le Legge europea e poi con l’atto del Governo. In Parlamento, grazie all’interlocuzione con le associazioni contro il caporalato, e i sindacati del mondo agricolo e del lavoro, in particolare con Terra! e Flai Cgil che sulle aste avevano promosso una campagna, era invece partita una proposta di legge, a mia prima firma, approvata a larghissima maggioranza nel 2019 dalla Camera, poi trasmessa al Senato, che interveniva su aste, abuso del sottocosto e promozione di filiere etiche e trasparenti in gran parte superata dal decreto. Concludendo questo complesso percorso consegniamo al nostro Paese importanti strumenti in più per la tutela dei prezzi al produttore agricolo, dei pagamenti ed eliminiamo e sanzioniamo comportamenti odiosi e scorretti che sono stati anche ragione di una competizione al ribasso agita sulla pelle di agricoltori e lavoratori agricoli. Adesso le norme vanno applicate fino in fondo, rafforzando gli strumenti a disposizione dell’Icqrf che avrà il compito di controllare. Auspico - conclude - che si possa recuperare anche il tassello che resta per incentivare e promuovere le filiere trasparenti e dare valore aggiunto a quelle imprese che investono sul valore del lavoro, completando l’iter al Senato della nostra legge contro le aste”.

05/11/2021 - 10:24

“Auto bruciata nella notte”

“Lo diciamo in modo chiaro e netto: potete anche bruciare le auto, ma non sarete mai in grado di spegnere la volontà democratica di riscatto e di rinascita della comunità di Siderno. Al consigliere Domenico Catalano e alla sindaca Maria Teresa Fragomeni massima solidarietà e l’invito ad andare avanti nella ricostruzione di un percorso democratico interrotto tre anni fa e che oggi riprende con la convocazione del primo consiglio comunale dopo le elezioni del mese scorso. A chi pensa di condizionare con la violenza e nell’ombra la vita democratica di Siderno il massimo disprezzo e una certezza: non riuscirete nel vostro intento.” Così Antonio Viscomi, deputato calabrese e capogruppo del PD in Commissione Lavoro.

Pagine