Governo, Benamati: pieno sostegno a Zingaretti. Governo solido ed europeista.

  • 27/01/2021

“Nella direzione nazionale di oggi ho espresso con il mio voto il pieno sostegno alla relazione del segretario Zingaretti per la costruzione di un governo solido, europeista e riformatore a partire dall’esperienza del prof. Conte.
Un governo che si formi non solo su numeri chiari (senza veti e con piena lealtà) ma anche con un programma d’azione di fine legislatura chiaro e con un rafforzamento della squadra.

Governo: De Maria, Pieno sostegno a Zingaretti

  • 27/01/2021

“Pieno sostegno alla relazione di oggi di Nicola Zingaretti alla Direzione nazionale del PD. E piena condivisione dell' Ordine del Giorno posto in votazione al termine dei lavori. Il Partito Democratico conferma la sua unità e la sua autorevolezza rispetto alla crisi di Governo in atto”.  Lo ha dichiarato Andrea De Maria, deputato Pd e coordinatore nazionale dell’area Fianco a Fianco.

Governo: De Maria, Pd punto di riferimento, sicurezza e stabilità

  • 27/01/2021

"Il Partito Democratico sta affrontando queste giornate certamente difficili con grande serietà ed equilibrio. Anche in queste ore, dicendo parole chiare su come uscire dalla crisi di governo che ora è ufficialmente aperta. Stiamo dimostrando, con unità e determinazione, di essere un punto di riferimento, di sicurezza e di stabilità in un momento così delicato per il Paese. Con la massima fiducia nel Presidente della Repubblica dovremo ora continuare ad essere in campo con unità e autorevolezza.

Recovery: Soverini, quando la politica si fa grande gli italiani rispondono.

  • 25/01/2021

Non sono affatto meravigliato dalla esemplare capacità degli italiani di affrontare il lungo e intermittente lookdown dovuto al Covid.
Quando la posta in gioco è alta gli italiani sanno rispondere e smentire la loro fama di popolo insubordinato.
Ci sono dei precedenti nella storia italiana e per citarne uno in sintonia con i nostri giorni penso alla tassa sull’Europa.

Governo: Borghi, in Parlamento maggioranza europeista c’è

  • 22/01/2021

“In Parlamento esiste una maggioranza numerica che non è ancora una maggioranza politica. È la maggioranza dei parlamentari che si richiamano all’europeismo, al riformismo, alle culture liberali, popolari e socialiste. La soluzione della crisi politica sta nella capacità di trasformare questa maggioranza numerica in dimensione politica. Non si capisce per quale motivo a Strasburgo le forze politiche europeiste che sostengono l’esperienza della Commissione Von der Leyen, e che hanno ottenuto la storica risposta del Recovery Fund, in Italia poi si frammentano e si contrappongono.

Governo: Bordo, senza progetto politico, alternativa è il voto

  • 22/01/2021

Per governare serve una maggioranza forte con un progetto politico. Governo di scopo e larghe intese per il Pd non esistono. Se questa esperienza finisce il rischio del voto è oggettivo.

Le Elezioni sono improvvide in pandemia, ma non possiamo avere paura della democrazia, senza maggioranza e progetto politico è evidente che l'alternativa è il voto.

ConteTer? La forma in questo momento è secondaria: bisogna trovare intesa politica per andare avanti”.

Lo ha detto fra le altre cose il vice presidente del Gruppo dem alla Camera Michele Bordo stamani a Radio Anch’io.

Governo: Bordo, Renzi senza prospettiva politica, impossibile Iv+destra

  • 20/01/2021

“Se Matteo Renzi avesse deciso al Senato di votare contro la fiducia al governo, molto probabilmente il Gruppo di Italia Viva si sarebbe spaccato e forse l’esecutivo avrebbe avuto anche la maggioranza assoluta. Non sarà semplice arrivare a concludere la legislatura e, infatti, abbiamo detto noi per primi che c’è la necessità di rafforzare la maggioranza. D'altronde, come è noto, dentro Italia Viva quasi tutti i parlamentari sono stati eletti grazie ai voti del Partito democratico e credo che la scelta compiuta da Renzi sia senza alcuna prospettiva politica.

Governo: Bordo, crisi incomprensibile, ora rafforzare maggioranza

  • 20/01/2021

“Intanto abbiamo evitato un salto nel buio. Il rischio, cioè, che il Paese potesse precipitare rapidamente verso nuove elezioni. La crisi è stata incomprensibile per la maggioranza degli italiani. E’ ovvio che se ieri al Senato, sul piano numerico, avessimo raggiunto 161 voti, sarebbe stato molto meglio, ma sarebbe comunque cambiato poco sul piano politico. La maggioranza per andare avanti c’è, ovviamente non è ancora adesso una maggioranza solida. Ma già nel passato ci sono stati tanti altri governi nelle medesime condizioni.

Governo. Delrio: Fatto primo passo. Al lavoro per quadro più solido

  • 20/01/2021

Il voto in Parlamento conferma che c’è una maggioranza per continuare  ad affrontare le urgenze del paese, che vive una profondissima crisi sanitaria e sociale. E’ un primo passo ed ora si può lavorare ad un quadro più solido, necessario per fare quelle riforme che l’Europa ci chiede. Si può rafforzare la maggioranza intorno a contenuti e progetti che hanno come obiettivo il bene del Paese. L’appello è rivolto al senso di responsabilità di chi si riconosce nelle esperienze moderate ed europeiste>
Così a Radio InBlu il capogruppo democratico alla Camera Graziano Delrio

Governo: Serracchiani, ora Conte si impegni a realizzare patto legislatura

  • 20/01/2021

“Il Partito Democratico non è soddisfatto ma è un passo importante avere la maggioranza sia alla Camera che al Senato. Ora il presidente Conte deve impegnarsi a realizzare quel patto di legislatura che il Pd ha chiesto e che lui si è impegnato a fare. È fondamentale per andare avanti e farlo bene.” Lo ha detto la presidente della commissione Lavoro alla Camera 

Pagine